community-left

donazioni-left

donazioni-top-left

community-top-left

Come si usa il preservativo femminile

1. Aprire il pacchetto attentamente strappando la linguetta in alto a destra del pacchetto; non usare forbici o coltelli per aprire.





2. L'anello esterno (outer ring) copre la zona intorno all'apertura della vagina. L'anello interno (inner ring) è la parte chiusa che va inserita all'interno della vagina.


 




3. Mentre si tiene la guaina per l’estremità chiusa, afferrare l’anello flessibile interno (Inner Ring) e premerlo con il pollice e l’indice o il medio, in modo che diventi stretto e lungo (Fig. a - b)







4. Con l’altra mano separare le labbra della vagina Inserire delicatamente l’anello interno nella vagina. Sentire l’anello salire e muoversi






 5. Con l’indice all’interno del preservativo far salire l’anello interno fin dove arriva. Assicurarsi che la guaina non sia attorcigliata.






6. L’anello esterno (Outer Ring) deve rimanere fuori della vagina Il preservativo femminile è ora pronto per l’uso






7. Una volta pronti, guidare delicatamente con la mano il pene del partner verso l’apertura della guaina per farlo entrare nel modo giusto.






 8. Assicurarsi che il pene non entri lateralmente, tra la guaina e la parete vaginale. Usare abbastanza lubrificante, in modo che il preservativo non si sposti durante il rapporto. Se il preservativo viene tirato fuori o spinto dentro vuol dire che non c’è abbastanza lubrificante: aggiungerne ancora sia all’interno del preservativo che all’esterno del pene





9. Per togliere il preservativo, premere l’anello esterno e tirare fuori delicatamente il preservativo. Cercare di farlo prima di alzarsi. Mettere il preservativo nel pacchetto e buttarlo nell’immondizia. Non gettarlo nella toilette. Tutte le informazioni relative a questa guida sono pubblicate con l'autorizzazione di comodo.it

Domande, problemi e argomenti sul preservativo femminile

E’ difficile da usare?
Il preservativo femminile non è difficile da usare, ma potrebbe esserci bisogno di pratica per utilizzarlo. Consigli positivi e di sostegno per coloro che lo utilizzano da poco o per la prima volta sono molto utili per incoraggiare le donne a non abbandonare il preservativo femminile prima di averlo utilizzato parecchie volte. Delle ricerche hanno sottolineato che c’è bisogno di utilizzarlo almeno tre volte prima che chi lo usa abbia confidenza nei suoi confronti.

Il preservativo femminile richiede pratica e pazienza.
Le donne dovrebbero fare pratica, mettendolo e togliendolo, prima di usarlo per la prima volta durante un rapporto sessuale. Dovrebbero cercare di inserirlo più volte ed ogni volta con il corpo in una posizione diversa (ad esempio sdraiate, accucciate, sedute) per trovare la più adatta.
Sicuramente l’applicazione diventa più facile con il tempo ma c’è bisogno di molti tentativi prima che l’introduzione del preservativo diventi qualcosa di familiare per la donna, che dovrebbe essere spinta a provarlo almeno tre volte prima di decidere se continuare ad usarlo o meno.

Cosa succede se il pene non entra nel modo giusto?
E’ importante che il pene sia guidato verso il centro del preservativo femminile e non tra la parete della vagina e la parte esterna del preservativo. Se il pene entra in modo sbagliato, l’uomo deve ritirare il suo pene e la coppia dovrebbe ricominciare usando lo stesso preservativo con un’ulteriore lubrificazione, se necessario.


Che tipo di lubrificante deve essere usato con il preservativo femminile?
Il preservativo femminile è lubrificato precedentemente con un lubrificante a base di silicone e senza effetto spermicida. Questa lubrificazione è necessaria per aiutare l’applicazione e per rendere possibili movimenti facili durante il rapporto. Il lubrificante può rendere il preservativo un po’ viscido all’inizio. Il preservativo femminile può essere utilizzato sia con il lubrificanti a base oleosa che con quelli a base acquosa, mentre i preservativi maschili in lattice possono essere usati solo con i lubrificanti a base acquosa.

Il preservativo femminile può essere usato più di una volta?
Al momento, il preservativo femminile è concepito per un solo uso. Comunque, dei ricercatori stanno analizzando la sicurezza di un suo riutilizzo. La ricerca sta esaminando le caratteristiche del preservativo durante il riutilizzo e dopo ripetuti processi di lavaggio, asciugatura e lubrificazione in termini di integrità e sicurezza.

L’anello interno è scomodo per me o il mio partner?
Alcune donne ritengono che l’anello interno sia scomodo. Se lo è, si può provare a posizionare il preservativo in modo diverso (cioè applicandolo nuovamente), in modo che l’anello interno sia piegato dietro la cervice e non dia fastidio. Dall’altra parte, alcune persone, ritengono che l’anello interno aumenta il piacere sessuale sia dell’uomo che della donna.

Il preservativo femminile è grande?

Ci potrebbe essere una negativa reazione iniziale a causa delle sue dimensioni, ma questa sensazione diminuisce con l’uso. Per evitare questa errata percezione delle dimensioni, è utile confrontare il preservativo femminile con quello maschile srotolato, per vedere che quello femminile ha la stessa lunghezza di quello maschile ma è più largo. E’ anche importante notare che il preservativo femminile fornisce una maggiore protezione perché la base del pene e i genitali femminili esterni sono parzialmente ricoperti durante l’uso.

Tutte le informazioni relative a questa guida sono pubblicate con l'autorizzazione di comodo.it

Cos'è il preservativo femminile

Il preservativo femminile è una morbida e resistente guaina trasparente di poliuretano che si inserisce nella vagina prima di un rapporto sessuale, proteggendo sia dalla gravidanza che dalle malattie a trasmissione sessuale. Esso forma una barriera tra il pene e la vagina, la cervice e i genitali esterni. E’ più resistente del lattice, inodore, non provoca reazioni allergiche e, a differenza del lattice, può essere usato sia con i lubrificanti a base oleosa che con quelli a base acquosa. Può essere inserito prima del rapporto, non dipende dall’erezione maschile e non richiede l’immediato ritiro del pene dopo l’eiaculazione. Utilizzato correttamente e coerentemente, il preservativo femminile è efficace quanto gli altri metodi contraccettivi e non presenta effetti collaterali conosciuti o rischi.
Il preservativo femminile è disponibile in Europa dal 1992 ed è ora presente in dozzine di paesi in tutto il mondo. Nel 1993 la US Food and Drug Administration (FDA) ha approvato il preservativo femminile per il mercato e la distribuzione. Il preservativo femminile fornisce una doppia protezione nei confronti di gravidanze e di MST che, in base a studi di laboratorio, dovrebbe comprendere HIV/AIDS.

In breve:
  • Una guaina resistente di poliuretano, lunga 17 centimetri, con un anello flessibile su entrambe le estremità.
  • Il poliuretano è una morbida e sottile materia plastica, più resistente del lattice, usato per realizzare molti preservativi maschili.
    Il poliuretano conduce calore, per cui l’attività sessuale con il preservativo femminile può diventare molto sensuale e naturale.
  • Il poliuretano è inodore.
  • L’anello interno è utilizzato per inserire il preservativo femminile e aiuta a mantenerlo al posto giusto. L’anello interno scivola dietro l’osso pubico.
  • L’anello esterno è morbido e rimane all’esterno della vagina durante il rapporto sessuale. Esso ricopre la zona intorno all’apertura della vagina (la vulva).
  • Protegge vagina, cervice e genitali esterni, rappresentando una estesa barriera di protezione.
  • Non ci sono seri effetti collaterali associati all’uso del preservativo femminile, e meno
    del 10% di coloro che lo usano riportano lievi irritazioni. Il poliuretano non provoca
    reazioni allergiche.
  • Può essere inserito prima del momento del rapporto, quindi non interrompe la spontaneità
    sessuale.
  • E’ già lubrificato con un prodotto a base di silicone e senza effetto spermicida, di cui c’è bisogno al fine di facilitarne l’introduzione e i movimenti durante il rapporto.
  • Possono essere utilizzati ulteriori lubrificanti, sia a base oleosa che acquosa.
  • Non è stretto.
  • Non richiede prescrizione.

Tutte le informazioni relative a questa guida sono pubblicate con l'autorizzazione di comodo.it

Newsletter

Istituto Della Donazione

onp selezionata da iid 1

Community

community
Submenu:

Sieropositivo.it