community-left

donazioni-left

donazioni-top-left

community-top-left

È malattia relativamente recente: i primi casi sono stati descritti solo nel 1981, ma nonostante ciò essa si è diffusa rapidamente in tutto il mondo, assumendo le proporzioni di una vera e propria epidemia. L'origine africana della malattia sembra essere ormai confermata dagli innumerevoli studi condotti. Si ritiene che l'infezione da Hiv abbia avuto origine nell'Africa sub-sahariana dalle scimmie, o per morso, o per contatto sessuale con l'uomo. L'infezione è rimasta a lungo confinata nella regione geografica d'origine fino a quando alla fine degli anni settanta, si è diffusa nelle isole dei Caraibi, in alcune città degli stati Uniti e del Nord Europa tramite persone infette, favorita dall'incremento degli scambi commerciali e turistici tra le zone di endemia e paesi indenni. Naturalmente è stata l'attività etero/omo sessuale a determinare l'enorme diffusione. Anche l'impiego di emoderivati infetti provenienti da aree epidemiche (in particolare USA) hanno contribuito alla diffusione dell'infezione da HIV nel mondo. Poi dagli Usa si sarebbe diffuso al resto del continente americano e all'Europa occidentale, che avrebbe ricevuto il contagio anche direttamente dall'Africa. Da tutte queste aree il virus sarebbe infine arrivato nell'Europa dell'Est, in Asia e in Oceania. Dall'inizio della diffusione, sono circa 53 milioni le persone nel mondo contagiate dall'HIV: quasi l'intera popolazione italiana.

Newsletter

Istituto Della Donazione

onp selezionata da iid 1

Community

community
Submenu:

Sieropositivo.it