community-left

donazioni-left

donazioni-top-left

community-top-left

Il Femidom, o preservativo femminile nel nostro Paese sembra uno strumento ancora in larga parte sconosciuto. Prodotto dall’industria americana Female Health Company (FHC), è stato raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come uno dei prodotti fondamentali da inserire nei programmi di prevenzione alla salute e per questo sostenuto da numerose agenzie internazionali, come l’Unaids (Joint United Nations Programme on HIV/AIDS).

 

Il velo di scetticismo che circonda il Femidom in Italia è certamente favorito dalla difficile reperibilità del prodotto, acquistabile in farmacia solo tramite prenotazione oppure su internet o nei sexy shop a prezzi decisamente poco concorrenziali (dai 6 ai 10 euro per una confezione da 3).

 

Il preservativo è composto da una morbida guaina trasparente in nitrile di 17 cm con due anelli flessibili alle estremità che, inserito in parte all’interno della vagina, è in grado di proteggere contemporaneamente i genitali interni ed esterni. Il materiale usato è un derivato del lattice più resistente dei classici profilattici maschili, in grado di non deteriorarsi neanche ad alte temperature, in presenza di umidità o se a contatto con lubrificanti oleosi. È consigliato sia come contraccettivo che come metodo per prevenire la trasmissione delle Malattie Sessualmente Trasmesse e può essere utilizzato da qualunque donna poiché è indicato anche nei casi di persone con sensibilità o allergia al lattice.

Riconoscere l’importanza del Femidom significa non solo rendere disponibile un’efficace alternativa al profilattico maschile, ma permette di fornire alle donne un valido ed efficace strumento per avere finalmente un ruolo attivo nella prevenzione della propria salute sessuale e generale.

 

In occasione della Festa della Donna la Lila (Lega Italiana per la Lotta contro l’AIDS), che da anni si occupa di promuovere e distribuire il preservativo femminile, ha chiesto un appoggio istituzionale in tal senso al nuovo Ministro della Salute Balduzzi. Alessandra Cerioli, Presidente dell’Associazione, dichiara che  “l’Italia, a differenza di altri Paesi europei, si caratterizza per una epidemia di HIV principalmente eterosessuale, le donne non possono più essere ignorate e a loro vanno diretti programmi di prevenzione mirati”.

 

Di seguito alcuni link utili per saperne di più:

Sito del Female Condom FC2:  http://www.fc2.us.com

Sito del produttore Female Health Company: http://www.femalecondom.org

 

Newsletter

Istituto Della Donazione

onp selezionata da iid 1

Community

community

Submenu:

Sieropositivo.it