community-left

donazioni-left

donazioni-top-left

community-top-left

Il virus si trasmette sempre e solo attraverso lo scambio di fluidi corporei infetti. 

Sangue, sperma, secrezioni pre-eiaculatorie, secrezioni vaginali e latte materno di una persona sieropositiva possono veicolare il virus; il contatto diretto con questi liquidi biologici a livello delle superfici cutanee o mucose, in particolar modo dove esistono lesioni o discontinuità, anche minime, può comportare il contagio.

Ovviamente la maggiore o minore concentrazione del virus Hiv in questi liquidi, la maggiore o minore estensione delle lesioni superficiali, la maggiore o minore frequenza e/o durata dell'esposizione a questi liquidi, incide sul livello di rischio di rimanere contagiati.

La saliva di per sé non rientra fra i liquidi biologici che possono veicolare il virus Hiv, ma si deve tenere in considerazione che potrebbe sempre essere contaminata da uno o più di essi, senza che ci si possa rendere conto.

 

Per approfondire clicca qui

Newsletter

Istituto Della Donazione

onp selezionata da iid 1

Community

community
Submenu:

Sieropositivo.it