community-left

donazioni-left

donazioni-top-left

community-top-left

Le infezioni da Hiv aumentano al ritmo di 4000 all’anno (11 al giorno), ma una persona su 4 non lo sa di esserne affetta. La stima totale parla di 170-180 mila persone affette da Hiv in Italia e 40mila circa quelle con Aids. E ancora: circa il 30% delle persone con HIV ha contratto anche il virus dell'epatite C. Ma la percentuale sale fino al 90% se consideriamo popolazioni speciali, come gli emofilici, che necessitano di frequenti trasfusioni, o i tossicodipendenti, che usano droghe iniettive. Questi i riscontri forniti da Stefano Vella, direttore del Dipartimento del farmaco all'Istituto Superiore di Sanità, di recente nominato al vertice delle Linee Guida mondiali Hiv dell'Oms. Che continua:  "C'è ancora un preoccupante problema di non conoscenza di sottovalutazione del rischio: un paradosso, se pensiamo a un virus che per 30 anni è stato sotto i riflettori". Hiv e Hcv: la prima ridotta da catastrofe planetaria a malattia cronica, la seconda da malattia invincibile a virus che si può addirittura eradicare.

Si tratta ancora una volta di gestire due grandi mali, che continuano a uccidere e di cui la gente non ha paura. Ecco uno degli aspetti più preoccupanti che hanno in comune i due virus di cui si è parlato ieri a Roma nel corso del convegno "Hiv e Hcv: due storie parallele, le sfide del futuro".

Newsletter

Istituto Della Donazione

onp selezionata da iid 1

Community

community
Submenu:

Sieropositivo.it